QUALI SONO I METODI PIU' UTILIZZATI PER MANTENERE ALTO IL LIVELLO DI ATTENZIONE NEI BAMBINI?

04 marzo 2020 - Gianfranca Pintus Pedagogista Scuola Primaria

QUALI SONO I METODI PIU' UTILIZZATI PER MANTENERE ALTO IL LIVELLO DI ATTENZIONE NEI BAMBINI?

Esercizi pratici e consigli per aiutare i più piccoli a rimanere concentrati


Quante volte da genitori o insegnanti vi capita di dire che il vostro bambino stia poco attento?Non spaventatevi,poiché la mancanza di attenzione è un problema molto diffuso nei bambini.Spesso addirittura notiamo che anche con i nuovi giochi che i bambini ricevono in regalo, l'attenzione verso di essi è massima solo inizialmente,ma successivamente quel gioco perderà di interesse e gli presteranno ben poca attenzione.

Ma cos'è nello specifico l'attenzione?Partendo dal presupposto che l'ambiente che ci circonda ci manda in continuazione delle informazioni e dei segnali, l'attenzione è un insieme di processi che permettono all'individuo di selezionare una precisa parte di queste informazioni che provengono dall'esterno.

L'attenzione si può suddividere in varie tipologie:

- divisa: permette di compiere due azioni contemporaneamente,ad esempio ascoltare qualcosa e scrivere;

- selettiva: permette di concentrarci su un unico compito;

- sostenuta: permette di concentrarsi su un unico compito per un lasso di tempo molto lungo.

A sua volta l'attenzione può essere divisa in AUTOMATICA (cioè quando è inconsapevole e quindi involontaria, ad esempio quando i bambini stanno giocando con un gioco), e CONTROLLATA (cioè quando i bambini si sforzano in un'attività che a loro risulta poco interessante).

Prima di spaventarsi se un bambino non presta attenzione a un compito e pensare che magari possa avere un deficit dell'attenzione,bisogna tenere a mente quali sono i tempi di attenzione e concentrazione dei bambini secondo la loro età:

  1. 1 ANNO: dai 3 ai 5 minuti
  2. 2 ANNI: dai 4 ai 10 minuti
  3. 3 ANNI: dai 6 ai 15 minuti
  4. 4 ANNI: dagli 8 ai 20 minuti
  5. 5 ANNI: dai 10 ai 25 minuti
  6. 6 ANNI: dai 12 ai 30 minuti
  7. 7 ANNI: dai14 ai 35 minuti
  8. 8 ANNI: dai 16 ai 40 minuti
  9. 9 ANNI: dai 18 ai 45 minuti
  10. 10 ANNI: dai 20 ai 50 minuti.

 

Questa spiegazione non vuole dire che i bambini siano tutti uguali, perché ogni bambino è unico,e osservandolo nella vita di tutti i giorni possiamo capire con più facilità quali siano i suoi tempi di attenzione.Questa spiegazione però può essere utile per capire la media di tempo di attenzione dei bambini in base alla loro età.

Esistono comunque vari metodi per mantenere alta l'attenzione dei bambini, eccovene alcuni:

  1. PROPORRE ATTIVITA' DIVERTENTI PER FOCALIZZARE L'ATTENZIONE:

una delle modalità più diffuse per tenere alto il livello di attenzione dei bambini è quello di utilizzare tanto le immagini per poter spiegare qualche argomento e studiare insieme. Una lezione di storia costruita con delle immagini dei protagonisti di cui si sta parlando, immagini di eventuali battaglie connesse alla storia,e raccontata loro come una storia qualsiasi e avvincente, alzerà sicuramente il livello di attenzione  del bambino rispetto alla tradizionale lettura che può diventare noiosa ai loro occhi e quindi far perdere facilmente l'attenzione.

 

  1. DIVIDERE I COMPITI PIU' GRANDI E IMPEGNATIVI, CIOE' QUELLI CHE RICHIEDONO UN ELEVATO LIVELLO DI ATTENZIONE, IN COMPITI PIU' PICCOLI:

le attività lunghe e impegnative sono molto stancanti per i bambini, proprio per questo è utile dividere queste attività in compiti più piccoli. Ad esempio: se si sta leggendo una favola particolarmente lunga la si potrebbe dividere in vari pezzi da leggere uno alla volta, e fermarsi a raccontare ciò che si è letto dopo ogni pezzo, per poi proseguire con la lettura. Questo metodo permette ai bambini di riposarsi dallo sforzo della lettura, e di far innalzare di nuovo il loro livello di attenzione.

 

  1. RICOMPENSARE E APPREZZARE I BAMBINI NEL LORO LAVORO:

i bambini devono essere sempre motivati durante lo svolgimento di qualsiasi attività. Quando svolgono bene un compito è utile e funzionale dire loro che sono stati bravi. Apprezzare il loro impegno e ricompensarli con un complimento per il lavoro svolto aiuterà i bambini a restare motivati, a tenere alto il loro livello di attenzione e concentrazione, e continuare ad eseguire sempre di più e sempre meglio il lavoro che si sta svolgendo e anche i lavori futuri.

 

  1. ABBASSARE A LIVELLI MINIMI IL TEMPO PASSATO DAVANTI A DISPOSITIVI TECNOLOGICI ED ELETTRONICI PER FAVORIRE GIOCHI TRADIZIONALI:

Sappiamo bene che gran parte dell'apprendimento dei bambini avviene per imitazione, quindi noi adulti dovremmo essere i primi a dare il buon esempio usando il meno possibile il cellulare, tablet, e riducendo il tempo passato davanti alla televisione. Sarebbe opportuno fissare un tempo preciso e determinato al giorno nel quale il bambino potrà utilizzare il pc, il tablet, giocare ai videogiochi o guardare la tv. Favorite l'utilizzo di giochi tradizionali e fisici, che stimolino la creatività, l'attenzione e il pensiero divertendosi.Uno dei giochi che stimola maggiormente l'attenzione e la concentrazione è il classico “Memory”, del quale consiglio fortemente la versione classica con le carte fisiche, e non le tante versioni tecnologiche.