LEGGERE E SCRIVERE A TRE ANNI

29 novembre 2017 - Redazione Lisciani

LEGGERE E SCRIVERE A TRE ANNI

L'esperienza di una mamma con Cubilandia


Pensi che imparare a leggere a tre anni sia impossibile? Mamma Valeria ci ha scritto e ci ha raccontato la sua personale esperienza con Cubilandia, un gioco da noi sviluppato per aiutare i bambini nell’apprendimento della lettura in età precoce.

 

Il libro: un oggetto affascinante

Fin da quando sono piccoli, i bambini imparano a familiarizzare con il libro: i più piccini lo esplorano toccandolo e assaggiandolo, mentre i più grandicelli si divertono a sfogliarlo, osservare i disegni e ascoltare le sue fiabe.

Leggere storie ai bambini è un’attività che, oltre ad essere piacevole, offre dei grandi benefici per lo sviluppo infantile, sia cognitivi che sociali, in quanto aiuta a sviluppare il linguaggio e a instaurare relazioni con gli altri.

Mano a mano che crescono, i bambini si accorgono che il libro non è fatto solo di figure bellissime, ma anche di strani segni, fatti di linee verticali, orizzontali e oblique. Quando i bambini scoprono l’esistenza delle lettere e delle parole, entrano in un mondo nuovo.

Se prima erano incuriositi dai disegni e volevano sapere dall’adulto che animale fosse quello con il collo lungo o come si chiama il frutto rosso con i semini neri, ad un tratto vorranno invece sapere “Cosa c’è scritto qui?”. Il passo successivo è scoprire che lettere e parole non si trovano solo dentro il libro, ma anche sulla busta dei biscotti, sulla felpa di papà, sulla scatola del loro puzzle preferito, ma anche sui cartelli che incontriamo per strada o sul campanello a casa della nonna.

 

Nel nostro Paese si insegna a leggere, di solito, a sei anni, quando si entra nella scuola primaria, ma i bambini possono essere pronti prima di quell’età, anche a tre anni. Se ti accorgi che il tuo bambino è incuriosito da lettere e parole, puoi cogliere la palla al balzo e farlo avvicinare piano piano al mondo della lettura e della scrittura. Se decidi di farlo, ricordati che i bambini non vanno mai forzati e, soprattutto, non devono essere rimproverati se sbagliano.

 

Cubilandia: un gioco per la imparare a leggere a 3 anni

Sei curioso di sapere quali attività puoi fare per un approccio giocoso e divertente al mondo della lettura e della scrittura? Mamma Valeria ci ha raccontato la sua esperienza con Cubilandia, un gioco che noi del gruppo Liscianigiochi abbiamo elaborato per far accostare i bambini all’apprendimento della lettura e della scrittura in età precoce.

 

“Ho ricevuto in regalo Cubilandia, un gioco studiato per far conquistare ai bambini l’abilità di riconoscere parole, leggerle e isolarne gli elementi, ossia le lettere dell’alfabeto. Il gioco è bellissimo e le mie figlie, che frequentano la scuola dell’infanzia, lo trovano molto divertente. Nella confezione ci sono dei cubi, in cui sono scritte le lettere, e delle scatole senza coperchio che possono contenerli. Le scatole si agganciano fra di loro, come se fossero i vagoni di un treno, permettendo così di comporre le parole.  Nel foglio illustrativo sono spiegate passo passo tutte le indicazioni da seguire per svolgere in maniera corretta il percorso didattico; in particolare, c’è scritto di non essere frettolosi e di non dimenticarsi che il bambino si deve divertire. Io ho seguito i consigli del produttore ed ho approcciato al gioco in maniera soft, proponendo un massimo due schede al giorno. Adesso, a distanza di tempo, noto che le bambine sono molto più sicure nel gioco, riescono a comporre piccole parole in autonomia e, soprattutto, si divertono. Penso che Cubilandia sia veramente indicato come strumento per la lettura precoce, perché ha un meccanismo di gioco semplice e divertente ed io, da mamma, lo consiglio a tutti quei genitori che vogliono far cimentare i loro figli in questa attività”.  

 

Se vuoi saperne di più su Cubilandia, visita la nostra sezione dedicata ai giochi educativi prescolari.