La Festa del Papà

18 marzo 2019 - Redazione Lisciani

La Festa del Papà

Lavoretti per la Festa del Papà


“Ogni uomo può essere padre ma ci vuole una persona speciale per essere un papà.”

 

 Il 19 Marzo si sta avvicinando, perciò iniziamo a preparare un regalo speciale per il nostro papà.

In genere il fai da te è il pensiero più gradito in quanto fa emergere tutta la creatività, l’impegno e l’amore che un bambino prova verso il suo papà.



La semplicità premia…

Il lavoretto ha la caratteristica essenziale di essere personalizzato ed arricchito con esperienze o simpatici aneddoti; ma anche un semplice pensiero, come può esserlo una dedica od un classico “Papà ti voglio bene” saranno sicuramente graditi…  L’importante è che vi lasciate ispirare dal vostro amore!

Il Segnalibro

Se avete un papà un lettore perché non fare un segnalibro?

Per realizzarlo si usa del cartone, gli si dà una forma che a voi piace e poi si colora o in caso si riveste con un tessuto da incollare, per rendere il segnalibro personalizzato all’interno si può scrivere una bellissima frase.



La tovaglietta della prima colazione

Un’altra proposta…Se il buongiorno si vede dal mattino perché non fare una tovaglietta per la colazione con tutta la famiglia?

Con un cartoncino formato A3 l’idea diventa subito originale! Lo si può colorare o vi si può realizzare un disegno con tutti i componenti della famiglia, accompagnato da una bella frase motivante.

Per suggellare il tutto si provvede a plastificare il cartoncino… Ed il gioco è fatto!




Altre proposte!

Durante la cena, ad esempio, potrete recitare una poesia o creare con la mamma un piccolo video nel quale esprimete tutto il vostro bene.

Avete un papà che viaggia molto ed usa tanto la macchina?

In questo caso potete fare un disco orario fatto a mano con cartoncino, feltro o stoffa, oppure gli potete creare un kit da viaggio all’interno del quale potete mettere degli oggetti che gli potranno servire.

Insomma vi potete sbizzarrire... Ma ricordatevi che c'è un giorno per festeggiare il proprio papà