I bambini e il seggiolino: consigli utili per viaggiare in sicurezza

08 novembre 2016 - Daniela Poggi

I bambini e il seggiolino: consigli utili per viaggiare in sicurezza


Insegnare ai bambini a stare seduti nel seggiolino auto qualche volta può essere difficile. Con la crescita i bambini vogliono esplorare, muoversi e per loro anche stare seduti a tavola è un limite. Quando siamo in auto, tenere i bambini nel seggiolino è indispensabile per motivi di sicurezza. Un incidente o anche solo una frenata brusca possono diventare pericolosi. Come possiamo insegnare a i bambini a stare seduti nel seggiolino? Con i giochi!

In base all’età del bambino possiamo scegliere attività mirate per coinvolgerlo in un gioco. Se il bambino si distrae giocando, impara che stare in auto è piacevole e associa l’idea del seggiolino con il divertimento. I giochi da proporre dovranno essere molto coinvolgenti, mai noiosi e soprattutto dobbiamo avere una varietà di proposte a nostra disposizione, in modo da poterle alternare se il bambino si annoia.

Per i bambini più piccoli possiamo procurare marionette e pupazzi che utilizzeremo per raccontare storie. Le fiabe classiche come Cappuccetto Rosso o Cenerentola possono essere raccontate con cura dei particolari per incantare i bambini. Per coinvolgerli magari facciamo delle domande. Sai di colore aveva la scarpina Cenerentola?

Per i bambini più grandicelli possiamo pensare ai giochi che portano l’attenzione verso l’ambiente fuori dall’auto. Giochiamo a indovinare cosa trasporta un camion che ci precede sulla strada. Contiamo quante auto di colore rosso incontriamo in venti minuti. Inventiamo il nome degli autisti delle altre automobili.

E’ importante utilizzare il seggiolino auto in ogni occasione, anche nei tragitti brevi. Se ad esempio utilizziamo l’auto per tornare a casa dalla scuola materna, chiediamo ai bambini di giocare a darci le indicazioni stradali per coinvolgerli e farli stare seduti.

In occasione di viaggi lunghi sarà piacevole ascoltare insieme un audiolibro, magari di favole o un libro interattivo con filastrocche o racconti per bambini e non dimentichiamo le canzoni: un po’ di musica renderà il viaggio più bello.