Come affrontare il rientro a scuola nei bambini?

06 ottobre 2020 - Silvia Terracciano Naturopata specializzata in alimentazione e rimedi naturali

Come affrontare il rientro a scuola nei bambini?

La scuola è iniziata e con lei la paura nei più piccoli di affrontare un’esperienza del tutto nuova. Ecco come superarla ai tempi del coronavirus


Dopo pochi giorni dall’inizio scolastico la maggior parte delle famiglie è ancora impantanata in un mare di dubbi sugli orari delle lezioni, su quali sono i reali protocolli di sicurezza, se l'insegnamento procederà in classe o se per alcuni si svolgerà online, se ci saranno attività extrascolastiche ...

I bambini tornano in classe dopo aver trascorso a casa l'intero ultimo trimestre dell'anno precedente, più le vacanze estive. Di conseguenza sono disconnessi dai compagni, dagli insegnanti e dalla routine. Se per gli altri anni ricominciare la scuola era difficile, quest'anno lo è ancora di più, sia per quanto riguarda le famiglie che per i piccoli. Cosa fare dunque per affrontare il rientro a scuola nel modo più giusto? Scopriamolo insieme nei passaggi seguenti.

L’importanza del ritorno a scuola 

Innanzitutto va precisato che psicologi, educatori e pediatri concordano sul fatto che i genitori non dovrebbero avere alcun dubbio sul fatto che il rientro a scuola sia vantaggioso per i loro figli. Ed infatti l’isolamento impedisce la crescita dei bambini che hanno bisogno di socializzare per sviluppare le loro abilità fisiche, cognitive e sociali. Il contatto con altri bambini e insegnanti è essenziale per accrescere le loro capacità psicomotorie, nella comunicazione orale e scritta, nella risoluzione dei problemi, nell'agilità, nella fiducia in sé stessi, nell'empatia, nella curiosità, nell'immaginazione ...

In primis trasmettere sicurezza 

Gli psicologi avvertono che tra 0 e 6 anni la paura dei bambini è strettamente correlata a quella dei loro genitori, che sono i loro referenti principali. Ecco perché di fronte ai bambini piccoli, dobbiamo adottare una postura sicura e trasmettere tranquillità, anche se in realtà non ci sentiamo così sicuri internamente. Se i bambini intravedono paura negli adulti di riferimento, sperimenteranno il panico e lo spavento. Per affrontare il rientro a scuola nel modo più giusto è importante non solo ciò che si dice ma anche come si dice, visto che l’'angoscia si trasmette anche dal tono di voce e dall'umore.

 

Rimedi naturali per un buon inizio scolastico

Per rendere ancora più piacevole l’inizio del nuovo ciclo scolastico, oltre a mantenere un atteggiamento positivo, si può ricorrere ai cosiddetti rimedi naturali, che si prendono cura del benessere psicofisico del piccolo senza alcuna controindicazione. Tra questi rimedi figurano i Fiori di Bach, una serie di essenze naturali utilizzate per trattare varie situazioni. Scoperti dal Dr. Edward Bach tra il 1926 e il 1934, sono non meno di 38 fiori con straordinarie proprietà curative. Non si tratta di medicinali, ma di un prezioso supporto naturale ed ecologico. Inoltre, i Fiori di Bach non creano dipendenze, né interferiscono con i trattamenti medici.

Uno dei fiori più utili per combattere l’ansia scolastica è il Clematis, che mantiene l’attenzione del bambino nel presente, senza doversi preoccupare di ciò che verrà.